Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

FTL Documentations

Regolamentazione  FTL : Flight Time Limitations

Premessa:

Il 18 Febbraio 2016 il Regolamento (UE) N° 83/2014 sulle “Flight Time Limitations” andrà in vigore.

Come già anticipato in altre nostre informative, il Regolamento è composto da tre parti:

le Implementing Rules (che sono delle “hard rules”), più le Certification Specification (CS), le Acceptable Means of Compliances (AMC) e le Guidance Materials (GM), considerate “soft rules”.

 

 

I testi in originale sono tutti in inglese tranne le Implementing Rules (IR), che sono state tradotte dalla Commissione europea nelle 28 lingue degli Stati Membri.

Le “hard rules”, ovvero le Implementino Rules (IR),  sono state pubblicate nella Gazzetta Ufficiale Europea il 31 gennaio 2014.

Le  IR fanno parte del Regolamento Basico (UE) N° 216/2008.

 

Il Regolamento Basico (UE)N° 216/2008 è composto da undici Regolamenti (Implementing Rules) che abbracciano tutto il Trasporto Aereo. Tutti i Regolamenti (IR) ai sensi del Regolamento Basico N° 216/2008, sono composti da Capitoli (Annexes).

 

Le Implementing Rules che interessano il personale navigante sono:

§ Reg (UE) N° 1178/2011, detto “AIR CREW”: stabilisce i requisiti tecnici e le procedure amministrative relativi agli equipaggi dell’aviazione civile. I capitoli (Annexes) per il personale navigante sono: Part FCL (Flight crew Licensing); Part MED (Medical); Part CC(Cabin Crew); Part ARA (Authority requirements for Air Crew); Part ORA (Organisation requirements for aircrew)

§ Reg (UE) N°965/2012, detto “AIR OPERATIONS”: stabilisce i requisiti tecnici e le Procedure amministrative per quanto riguarda le operazioni di volo. I capitoli salienti sono: Part ARO (authority requirements for air operations); PartORO (organisation requirements for aircrew) che include gli FTL (Reg. (UE) N°83/2014; Part CAT (commercial transport).

Il nuovo Regolamento sui Flight Time Limitations si trova pertanto dentro la struttura del Reg (UE) N°965/2012/ PART ORO

Tutti questi Regolamenti sono considerati Legge nei 28 Stati Membri e devono essere implementati nei tempi previsti dalla Commissione Europea.

 

Come leggere il nuovo Regolamento sugli FTL:

Data la complessità del nuovo Reg. N°83/2014, è necessario che si capisca la struttura del Regolamento stesso.

Nella premessa abbiamo illustrato il quadro normativo generale dei Regolamenti sul Trasporto Aereo.

Le IR sono preparate dall’EASA e sottoposte alla Commissione europea come “Opinione”, la quale le approva e pubblica ufficialmente. Pertanto, è la Commissione Europea responsabile della loro adozione da parte degli Stati Membri. Per questo motivo sono identificate come “Hard Rules”.

 

La Basic Regulation (N°216/2008) stabilisce che per “DEROGARE” da una IR si debba seguire la procedura sotto l’ART 14 del Reg (UE) 216/2008, che prevede che la domanda di deroga sia fatta dall’Ente responsabile dello Stato Membro direttamente alla Commissione Europea. Nel caso dell’Italia, l’Ente autorizzato dal Ministero dei Trasporti a chiedere deroghe è L’ENAC .

In caso di richiesta di deroghe da parte di un Operatore, l’Ente dovrà fornire alla Commissione Europea la documentazione scientifica e tecnica che provano che tale richiesta assicurerà lo stesso livello di protezione all’interno dello Stato Membro interessato. In tal caso le deroghe richieste dovranno essere valutate dalla Commissione Europea e se infine approvate, dovranno essere applicate a tutti gli Operatori/vettori di quello Stato Membro.

 

Il Reg. N° 216/2008 prevede che l’EASA possa emettere norme sotto forma di AMC e GM. Dette norme sono chiamate “soft rules” in quanto la possibilità di “DEVIARE” da loro è di responsabilità dell’EASA (ART 22 del REG (UE) N°216/2008).

Per gli FTL l’EASA e la Commissione hanno identificato norme di tipo CS (Certification Specification). Le CS sono considerate delle “hard rules” dell’EASA e la possibilità di “deviare” è più stringente. In tal caso la domanda di deviazione da una norma CS deve essere richiesta dall’Ente autorizzato dello Stato Membro all’EASA, accompagnando la richiesta alla documentazione necessaria che provi la necessità urgente (per esempio a seguito di un serio evento accidentale) di chiedere tale deviazione e che dimostri uno stato equivalente di sicurezza se non superiore.  La richiesta sarà sottoposta dall’EASA ad un pannello d’esperti di cui fanno parte sei stakeholders europei. Entro un mese dalla richiesta gli stakeholders dovranno dare una risposta d’approvazione o di negazione. In tal caso la deviazione alla norma CS sarà applicata soltanto a quel vettore che ne ha fatto richiesta (Individual scheme).

 

Le AMC e le GM dell’EASA sono soft rules alle quali, però i vettori devono attenersi. Sono definite anche come raccomandazioni per l’interpretazione corretta delle CS e delle IR.

 

Le CS, AMC e GM emesse dall’EASA non possono essere tradotte dagli Stati Membri, pertanto devono essere mantenute in lingua inglese.

Le Hard Rules e/o IR, sono la struttura scheletro di quanto si troverà descritto più nel dettaglio nelle CS/AMC/GM.

 

Struttura dei Manuali:

Questi manuali devono essere usati come strumenti di lavoro per capire bene il Regolamento.

I primi due manualetti sono per conoscenza del processo legislativo europeo. Il terzo e quarto manuale è inerente al Reg. (UE) N°83/2014 FTL

1) Structure of European Regulations for Aircrew and Union Involvement: in questo manuale troverete tutte le informazioni in merito alla struttura del Regolamento basico N°216/2008 e la modalità con cui il sindacato europeo s’interfaccia con le Istituzioni europee.

2) ETF/EASA Reference Handbook: il manuale vuole spiegare la struttura dell’EASA ed il funzionamento del sistema regolatorio in Europa.

3) Consolidated Regulation: In questo manuale, sono state messe insieme le norme IR, CS, AMC e GM , partendo dalle IR, per esempio:

ORO.FTL..230 –definisce RESERVE

CS.FTL.1.230 - your operators approved CS for –Reserve

GM1 CS FTL.1.230 – guidance material for the CS requirements –Reserve

GM2 CS FTL.1.230 – additional guidance material for the CS requirements –Reserve

GM1 ORO.FTL.230 – offers guidance material for ORO requirements –Reserve

* Tutti questi riferimenti devono essere implementati dall’operatore

4) Definitions Guide: In questo manuale sono stati elencate tutte le definizioni FTL, in modo che si possa avere un quadro completo delle interconnessioni tra definizioni diverse, per esempio se si parla di RESERVE bisogna capire come s’interfaccia la RESERVE con Duty, con FDP, con il Riposo etc…

 

 

 

Questi manuali sono stati approvati dalla Commissione Europea, pertanto ogni altro materiale che verrà divulgato in modo individuale da singoli e/o Organizzazioni, non potrà essere considerato valido ai fini della lettura del regolamento.